Vuoto a rendere

La Birra Ichnusa rilancia il vuoto a rendere presentando ai suoi consumatori una nuova linea green di bottiglie. Questa iniziativa, che prende il nome di “Vuoto a buon rendere”, consentirà di riutilizzare la stessa bottiglia per oltre vent’anni! Una volta svuotata, infatti, la bottiglia potrà essere restituita e tornerà a essere riutilizzata.

Le bottiglie avranno il tappo verde e la scritta “rispetto, riuso e impegno“ nel collarino. Lo slogan con cui è stata lanciata questa proposta recita: “Ogni bottiglia restituita, è una bottiglia che non viene abbandonata“.

Le bottiglie green in formato da 66cl saranno destinate in particolar modo ai bar e alla ristorazione, ma saranno disponibili anche nei formati da 33cl e 25cl.

Di recente Birra Ichnusa aveva presentato ad Assemini, a pochi passi da Cagliari, il nuovo impianto di produzione grazie al quale lo storico birrificio sardo è riuscito a ridurre notevolmente la quantità di vetro utilizzato.

Ovviamente dal punto di vista ambientale i vantaggi sono tantissimi. Prima di tutto saranno ridotte le missioni legate sia alla produzione che al trasporto del vetro, ma ci saranno vantaggi anche nello smaltimento di rifiuti.

Birra Ichnusa rilancia il vuoto a rendere

Per rilanciare il vuoto a rendere, Birra Ichnusa ha scelto come testimoni i dipendenti dello storico birrificio di Assemini, ma anche Nicolò Barella, il giovane talento del Cagliari Calcio, e Gianmarco Pozzecco, coach della Dinamo Sassari, la squadra di basket che si sta giocando l’accesso alla finale scudetto.