La nuova Mobilità Dolce

Con l’uscita graduale dal lockdown, la necessità di evitare nuovi contagi ci impone di riconsiderare completamente il nostro modo di muoverci. Soprattutto nelle città, troveranno nuovo impulso tutte le iniziative di mobilitò dolce.

Il Governo che ha deciso di stanziare un fondo da 120-150 milioni di euro nel decreto di maggio che permette di avere un bonus di 500 euro sull’acquisto di bici a pedalata assistita, monopattini elettrici e qualsiasi tipo di veicolo elettrico che possa aiutare le persone a muoversi e ad andare a lavoro.

Mai prima come d’ora i monopattini elettrici, le biciclette a pedalata assistita e i veicoli per la mobilità personale stanno dimostrando tutta la loro utilità. 

Ancora non c’è un testo ufficiale. Il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli, in audizione alla Camera, ha illustrato a grandi linee come sarà strtturato il Bonus biciclette. Nel caso dei monopattini elettrici (che hanno un costo di 300-350 euro), il bonus coprirà probabilmente fino al 70% della spesa.

Il Ministro dei Trasporti ha parlato genericamente di “biciclette, anche a pedalata assistita, veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, e monopattini“. Quindi, il bonus da 500 euro potrà essere utilizzato per l’acquisto di una nuova bicicletta, meglio se a pedalata assistita, monopattini, hoverboard, segway e monowheel elettrico.

Pare tuttavia che lo sconto riguarderà tutti i cittadini, senza nessuna differenza per quanto riguarda il reddito. Il Bonus, però, sarà attivo solo per coloro che abitano nelle città con più di 50mila abitanti. Questa condizione estrometterebbe le milioni di persone che abitano nei comuni dell’hinterland delle grandi città, ma che ogni giorno si spostano con i mezzi per andare a lavoro.

Per erogare il bonus sono allo studio due diverse ipotesi: la prima prevede il pagamento per intero del mezzo e poi il cittadino carica la fattura o lo scontrino su una piattaforma ad hoc. La seconda, invece, segue il modello del Bonus TV: il cittadino paga il mezzo elettrico già scontato e poi il commerciante porta avanti la procedura per il rimborso.

Il bonus bicicletta sarà attivo dopo l’approvazione del decreto di maggio che stanzia 55 miliardi per far ripartire l’economia. Secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe essere valido per tutti gli acquisti effettuati dopo il 4 maggio, ma per il momento non c’è l’ufficialità. Sicuramente sarà attivo entro la metà di maggio 2020.

Nel frattempo molte amministrazioni locali, tra i quali il Comune di Parma, si stanno organizzando per strutturare i servizi di gestione di monopattini elettrici condivisi. Nella fase iniziale, a Parma verranno attrezzate aree di scooter sharing che offriranno fino a 500 monopattini.