Filosofia del Futuro

«La filosofia permette di affrontare grandi temi, guardandoli in tutta la loro complessità. Anche questioni in primo piano oggi e per il nostro futuro, come l’emergenza climatica, le diseguaglianze o l’immigrazione, potrebbero essere affrontate meglio con il contributo della filosofia. Da affiancare e mettere al servizio di scienze come l’ingegneria, la climatologia, la medicina, che da sole però non sarebbero sufficienti a vedere tutte le sfaccettature di un problema».

Maura Gancitano, ideatrice della Festa della filosofia

La filosofia è concretezza. Il problema è che ha smesso di esserlo. Un tempo la filosofia era l’arte di vivere. Ed era una disciplina per tutti, fatta di esercizi, da fare quotidianamente. Esercizi per capire, per allargare il pensiero, per considerare diversi punti di vista.

Un esempio concreto e attuale riguarda l’antilogia, un esercizio che si può fare per affrontare la complessità del tema dei cambiamenti climatici. Provare a mettersi dalla parte di chi la pensa diversamente da te.

La filosofia è un modo di pensare che può aiutare a vedere la complessità delle cose. Le grandi sfide del presente e del futuro non possono essere affrontate solo dai filosofi, perché non hanno competenze tecniche. Ma neanche solo da tecnici, che avrebbero una visione limitata della questione.

Per l’emergenza climatica: non basta il contributo dei climatologi per risolvere il problema. Deve esser affrontata con un dialogo tra tecnici e filosofi, che permettono di mostrare cose che non si vedono.

Lo stesso vale per le altre grandi questioni dei nostri tempi: la crescita delle diseguaglianze, la povertà, i problemi energetici e finanziari. La filosofia permette di non cadere in una visione apocalittica né in una troppo ottimistica. Siamo in un momento in cui rischiamo di estinguerci nell’arco di un secolo. Ma, d’altra parte, mai come oggi abbiamo una tecnologia in grado di trovare soluzioni a problemi impensabili. La filosofia permette di considerare entrambi gli aspetti.

Social sharing: