Ti insegnerò a volare

Francesco Guccini torna a cantare. Dopo un lungo periodo di silenzio la sua voce arriva nel nuovo singolo di Roberto Vecchioni, Ti insegnerò a volare: “Ho fatto una fatica immensa a tirare fuori quell’orso dalla sua tana dopo sette anni che non cantava” ha ammesso il cantautore milanese presentando il suo nuovo disco, L’infinito.

Vecchioni ha poi ricordato il suo primo incontro con Guccini, a Sanremo:

“Vidi questo uomo immenso e irsuto; disse che aveva sentito qualche mia canzone, ‘quella in cui si parla di uno stadio e di una partita di calcio’; gli risposi che anche io ne avevo ascoltata una sua, quella di un ‘trenino che si va a schiantare”.

Il riferimento è chiaramente a Luci a San Siro e a La locomotiva.

La canzone mette in musica i versi di un celebre poeta greco, Costantinos Kavafis “se partirai per Itaca…” e si tratta di un testo che racconta la storia di Alex Zanardi, un uomo che “se non può correre imparerà a volare“.

Con Ti insegnerò a volare i due padri della canzone d’autore si rivolgono alle nuove generazioni, invitandole a sfidare l’impossibile. La storia di Alex Zanardi evocata nel testo è la metafora della “passione per la vita che è più forte del destino“.


Riferimenti: