Graphic Raffaello

Raffaello è il pittore che più di tutti con le sue opere ha esaltato grazia e bellezza, il pittore che più di tutti, probabilmente, ha incarnato gli ideali stessi del Rinascimento, l’artista che colleghi e critici chiamavano “divino”, che intellettuali ed ecclesiastici rapportavano a Gesù Cristo e la stessa persona che, secondo Vasari, morì per “eccessi amorosi”.

Raffaello” è adesso anche una graphic novel di Alessandro Bacchetta, edita da Kleiner Flug nella collana “Prodigi fra le Nuvole“.

Il volume racconta un apparente contrasto, una vita riservata e passionale celata dietro la perfetta immagine pubblica, che nella nostra storia ci viene raccontata da tre personaggi.

  • Sara, che lo incontra a Città di Castello, quando sono giovani entrambi: è il periodo in cui Raffaello dipinge il suo primo capolavoro, Lo Sposalizio della Vergine, e in cui, per la prima volta, viene chiamato “maestro”.
  • Michelangelo, il rivale per eccellenza, che con Raffaello ha un rapporto ambiguo: sa di suscitarne l’ammirazione, ne conosce il talento, ma ne invidia le capacità sociali e relazionali che, di fatto, lo hanno portato a primeggiare a Roma, spingendo così Michelangelo, almeno temporaneamente, a tornare a Firenze.
  • Margherita Luti, il cui rapporto con Raffaello ha originato tante opere d’arte, alcuni miti e varie leggende. Forse la conoscete meglio col suo soprannome: la Fornarina. La donna più importante della sua vita.