La resilienza delle reti TLC

Le reti di telecomunicazioni stanno tenendo. Nonostante l’impennata del traffico sulle reti fisse e mobili e delle connessioni a Internet, dovuta principalmente all’adozione dello smart working da parte di un elevato numero di aziende. L’emergenza coronavirus si fa sentire anche in casa delle telco. Che sono al lavoro H24 per garantire al Paese le comunicazioni a servizio in primis della sanità e delle strutture dedicate a gestire l’emergenza e più in generale a tutti i cittadini.

In questi giorni è aumentato del 70% il traffico su rete fissa e del 10% su mobile. Bergamo la città in cui si è registrata la maggiore impennata sulla rete Tim.

Certo ci saranno disservizi. Il personale tecnico evidentemente è impegnato sul “fronte” a supporto delle urgenze, quelle pubbliche in prima linea ma anche quelle della clientela business alla quale bisognerà garantire la continuità operativa per evitare “blocchi” che possano mettere in difficoltà le attività lavorative.