La libreria di Escher

In un periodo storico in cui sembra che il libro sia, quasi, passato di moda, forse lo studio di architettura X+Living ha trovato un modo geniale per rilanciarlo. Questa idea geniale risponde al nome di Zhongshuge ed è una libreria dall’aspetto surreale, quasi magico, che si trova nel distretto cinese di Binjiang.

Oltre a essere un intricato labirinto di scale, stanze e corridoi, che già da soli creano un luogo tutto da scoprire, la caratteristica principale della Zhongshuge è l’uso smodato si specchi. Dimenticatevi, però, i classici specchi da appendere alle pareti, stiamo parlando di interi soffitti, muri o pavimenti specchiati. Questa scelta estetica crea un’illusione ottica unica, moltiplicando infinite volte gli spazi. Andare a cercare un libro alla Zhongshuge diventa un’esperienza di vita, una specie di visita all’interno di un’installazione immersa, l’unica differenza è che rimane lì tutti i giorni, sempre a vostra disposizione.