Faber

Il Faber è unico per il semplice fatto che nessuno prima e dopo di lui ha parlato, nelle sue canzoni, di tanti e svariati argomenti, toccando praticamente tutti i punti dell’essere Uomo, colpendo al cuore ogni singola persona. Ha cantato gli ultimi, ha deriso i potenti, ha costruito l’amore a proprio modo, ha idealizzato il sesso, ha parlato della solitudine, ha cantato l’allegria, ha avuto un pensiero per i morti, per i suicidi. Ha parlato di Dio, con Dio, ha abbracciato Gesù come se fosse suo fratello, non più essere superiore ma principalmente uomo. Nessuno come lui  ha dimostrato che non si canta solo d’amore, in maniera frivola e scontata, ma è anche possibile, attraverso la canzone, raccontare storie, parlare di uomini, dire cose importanti attraverso le quali ci si può riconoscere.


Riferimenti: